Back to school! Freehand machine embroidery

In merchandising con la frase "Back to school" si definisce il periodo, generalmente nel mese di agosto, in cui gli studenti e i loro genitori provvedono ad acquistare forniture e abbigliamento in preparazione del prossimo anno scolastico e anche a Ma Petite Maison si è compiuto il rito del back to school shopping.

Abbiamo comprato tutto il necessario per lo studente di casa che frequenterà la seconda classe alle primarie, ma anche tutto ciò che servirà al piccolo, che con grande emozione, inizierà la scuola dell'infanzia... Avrei voluto preparagli io molte delle cose che gli serviranno, ma influenzato dalle scelte del fratello maggiore a preferito avere zainetto e bavaglini di Spider Man!

L'unica cosa che sono riuscita a confezionargli con le mie mani è la busta porta bavaglino e naturalmente non ho resistito a personalizzargliela con un' applique ricamata con la tecnica del freehand machine embroidery ovvero il ricamo a macchina a mano libera!


Frehand machine embroidery
Freehand machine embroidery - Porta bavaglino


Molte di voi mi hanno chiesto informazioni o suggerimenti su questa tecnica, molto famosa in Inghilterra, che trasforma l'ago della macchina da cucire in una sorta di matita con la quale "disegnare" liberamente sul tessuto ottenendo proprio l'effetto di una bozza fatta a matita, dalle linee irregolari e spontanee.

Io, come vi ho già detto, non sono un'esperta in materia, ma voglio condividere con voi le scoperte che faccio sperimentando, dandovi qualche piccolo suggerimento per la riuscita dei vostri lavori.

Inizio col fare una lista delle cose che vi serviranno per provare questa tecnica:
  • MACCHINA DA CUCIRE - Va bene di qualsiasi tipo, l'importante è che vi dia la possibilità di abbassare i dentini di trasporto della stoffa, quelli che si trovano sotto l'ago per intenderci. Io regolo al minimo anche la pressione del piedino sul tessuto, in modo da farlo scorrere ancor più liberamente a 360°, di solito in tutte le macchine da cucire vi è una rotella graduata per effettuare questa regolazione, comunque consultate il manuale d'istruzioni della vostra macchina per sapere quali leve, tasti o rotelle usare.
  • PIEDINO DA FREEMOTION - L'uso di questo piedino è facoltativo, come vedrete dalle foto io non lo uso, ma contribuisce a dare stabilità al lavoro e soprattutto a salvarvi le dita!
  • TELAIO IN LEGNO - Di 20 cm di diametro, che è la misura più versatile per eseguire la maggior parte dei lavori, ma vi potrebbe essere utile averne anche uno di 10 cm per i ricami più piccoli. In alcuni casi si può farne a meno però in questo caso vi consiglio di rinforzare il tessuto di base con la telina stabilizzatrice (interfacing), così non si arriccerà mentre ricamate. ( Questa è per te Eugenia!) Naturalmente vanno bene anche quelli in plastica appositi per macchine da ricamo.
  • ROCCHETTI DI FILO - In poliestere di diversi colori per ricamare.
  • FORBICI DA SARTA - Da usare solo per il tessuto per non rovinarne il taglio, vi serviranno anche per tagliare le sagome di tessuto da applicare!
  • TESSUTI - Vanno bene anche i ritagli, di vari colori e fantasie per realizzare le vostre applicazioni.
  • TESSUTI PER LO SFONDO - Di spessore medio/pesante e in fibre naturali come il cotone, il lino o la lana, che contribuiranno a dare stabilità alla base del lavoro.
  • BOTTONI - O altri piccoli ninnoli da applicare al lavoro per dargli un tocco in più.
  • CARTAMODELLI - Potete trovarne di già pronti, ma anche disegnarli da voi come faccio io.




Dopo esservi procurate il materiale potete procedere con il lavoro, innanzi tutto dovete montare il tessuto sul telaio come vedete nella figura e cioè allentando leggermente la vite dell'anello esterno, appoggiarci sopra la stoffa, con il diritto verso l'alto e poi inserirvi dentro il cerchio più piccolo, stringere la vite e tirare il tessuto tutt'intorno al telaio in modo da tenderlo bene. Io ho eseguito il ricamo dopo aver tagliato la stoffa per la busta porta bavaglino e quindi da un lato non arrivava al telaio... Voi non fatelo! Più il tessuto è teso e meno si arriccia!!!

Ora abbassati i dentini del sistema di trasporto, inserito il piedino da freemotion o rimosso il tradizionale, inserita nel telaio o rinforzata con la telina la stoffa di base potete iniziare a disegnare sulla stoffa, ricamando scritte o sagome di stoffa applicate precedentemente alla base con l'apposita carta termoadesiva per applique.




Tutti questi suggerimenti e molti altri potete trovarli nel libro " Freehand Machine Embroidery  Learning to draw with your sewing machine" di Poppy Treffry potete vedere anche un suo video su questa tecnica su You Tube dove ne troverete molti altri sullo stesso argomento.

Sperando di esservi stata utile vi auguro buon lavoro!

A prestissimo con tante belle novità e iniziative...


Silvia

19 commenti

  1. Bellissima idea e' venuta molto bene

    RispondiElimina
  2. ah cara silvia il tuo ricamo viene proprio bene, io a breve comincerò a cimentarmi con questa tecnica... ho finito di completare la mia dotazione di strumenti e a breve si parte... non vedo l'ora!! un abbraccio

    RispondiElimina
  3. è delizioso... la tecnica mi piace tantissimo ... ora controllerò se i dentini si possono abbassare ...non sono espertissima e mi avvicino alla macchina da cucire come se mi desse un morso .....che amore questa bustina ... di una tenerezza infinita ....i ricordi corrono al tempo in cui preparavo il necessario per la scuola materna o le elementari ...quanto tempo è già volato via ... un abbraccio ...giusi_g

    RispondiElimina
  4. E' davvero bello.
    Con la mia macchina non posso usare questa tecnica, però quando la vedo realizzata rimango sempre affascinata.
    Anche la mia nipotina inizierà scuola.. chissà che emozione.

    RispondiElimina
  5. Ciao Silvia, è troppo simpatica questa bustina** sei bravissima con la macchina da cucire... Io non saprei nemmeno accenderla^^
    Mi è venuta in mente quella che mi aveva cucito mamma con il macinino da caffè ... Che ricordi^^
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Ciao Silvia, anch'io come te non uso il piedino...fondamentalmente perchè non l'ho trovato! ma funziona ugualmente! brava mi piace e grazie per partecipare al mio evento!!!!!
    bacionissimi
    Bogomilla

    RispondiElimina
  7. Ciao Silvia, such a sweet project, love it! What a lovely technic! Thanks for sharing!
    Enjoy your day!

    Hugs and love from Portugal
    Ana Love Craft
    www.lovecraft2012.blogspot.com

    RispondiElimina
  8. Anche con la mia macchina non posso fare questo tipo di lavoro...ma mi piace un sacco e tu sei stata più che chiara grazie!!!
    Tiziana

    RispondiElimina
  9. Molto bello il tuo lavoro, utilissime le tue indicazioni per chi come me non ha mai provato!!
    Baci
    Elena

    RispondiElimina
  10. Grazie del tutorial!
    La bustina porta tovagliolo è bellissima!
    Loredana

    RispondiElimina
  11. Grazie Silvia!
    Ottimi consigli.
    Moni

    RispondiElimina
  12. Grazie mille per gli utili consigli! Hai ricamato anche i fari della macchina!! Sei grande :-)

    RispondiElimina
  13. La macchina da cucire per me è praticamente un oggetto sconosciuto e ostile, ho provato una sola volta ad usarla con risultati a dir poco disastrosi e mi sono scoraggiata.
    Complimenti a te per quello che riesci a fare !

    RispondiElimina
  14. Bellissima questa bustina!!! Sei veramente molto brava.
    Fantasy Jewellery

    RispondiElimina
  15. Ciao Silvia,
    un post molto bello ed interessante, grazie mille!
    Neanch'io ho mai provato questa tecnica che mi incuriosisce moltissimo.
    Il portatovagliolo così decorato è carinissimo e scrivere il nome deve essere molto difficile, complimenti!
    Un bacio,
    Marina

    RispondiElimina
  16. grazie, io con il cucito valgo zero ma i tuoi consigli sono così chiari che penso proverò anche io...
    anche noi abbiamo fatto le compere per la scuola...
    Andre ormai farà 4° geometra e per lui serviva un sacco di cose tecniche, mentre per Michelle che si accinge a fare la 2° elementare, la cosa è stata più facile
    Ma voi come compiti delle vacanze come siete messi?
    Noi li avevamo finiti a Luglio, ma ci vuole un bel ripasso sopratutto di matematica perchè non ci ricordiamo più niente....poveri noi
    baci VAleria

    RispondiElimina
  17. Grazie mille, magari non ora ma potrebbe servirmi in futuro.....tecnica bellissima per decorare creazioni come hai fatto tu!
    Sei stata bravissima! Chissà, quando mia figlia farà la prima elementare potrò confezionarle qualcosina anch'io!
    Bacioni
    Gio

    RispondiElimina
  18. Questa è una delle prossime cose che voglio sperimentare! Grazie 👏🏻👏🏻

    RispondiElimina